Rapina a Milano, due ragazzi accoltellati: arrestato marocchino

coccio di bottiglia

Ha messo nel mirino un turista, non ci ha pensato due volte prima di scagliarsi contro due giovani intervenuti per difendere la vittima e poi ha cercato di fuggire tra la folla. Inutilmente. Un ragazzo di 22 anni, un cittadino marocchino irregolare in Italia e senza precedenti, è stato arrestato giovedì pomeriggio in stazione centrale a Milano con le accuse di rapina e lesioni aggravate al termine di un folle tentativo di furto finito nel sangue.

Stando a quanto finora appreso, il suo blitz è scattato poco dopo le 16, quando avrebbe derubato del portafogli un americano 18enne appena uscito dallo scalo ferroviario, colpendolo con un pugno al volto dopo avergli portato via 300 dollari e 100 euro. Le urla del ragazzo hanno attirato l’attenzione di un 18enne e un 21enne, entrambi senegalesi, che si sono subito messi sulle tracce dello scippatore. Il ladro, però, per guadagnarsi la fuga ha improvvisamente afferrato un coccio di una bottiglia di vetro da terra e ha colpito entrambi con due fendenti.

Il suo tentativo di allontanarsi è comunque fallito per l’immediato intervento dei carabinieri del terzo Reggimento Lombardia, gli uomini in assetto anti sommossa che ormai da tempo vigilano costantemente sulla stazione centrale. I militari, capito cosa stava accadendo, si sono subito messi all’inseguimento del 22enne, riuscendo poi a bloccarlo in sicurezza, in attesa dell’arrivo dei colleghi del Radiomobile.

I due ragazzi accoltellati sono entrambi finiti al pronto soccorso del Fatebenefratelli: uno è stato dimesso con una prognosi di 7 giorni per una ferita al polso, mentre l’altro si trova ancora ricoverato in osservazione per un profondo taglio al torace, ma non è in pericolo di vita. Il rapinatore è stato invece portato nel carcere di San Vittore.  www.milanotoday.it

Condividi

 

Articoli recenti