Fusaro: l’Italia cadavericamente obbedisce a Washington dal ’45

Diego Fusaro

“I rapporti tra Europa e Russia sono radicati, adesso che dobbiamo spegnere ogni rapporto perché ce lo chiede Washington… è un po’ totalitario. Si tratta di considerare l’Europa come una colonia”: Diego Fusaro punta il dito contro gli Stati Uniti durante un dibattito col giornalista Alessandro Barbano a Coffee Break su La7. “Ma che c’entra Washington, noi dobbiamo interrompere i rapporti con la Russia perché ha aggredito un Paese innocente, massacrando civili”, lo ha interrotto allora Barbano.

L’Italia obbedisce a Washington

Ma Fusaro è andato dritto per la sua strada: “E’ chiaro come il sole che questo rapporto con la Russia, culturale, commerciale, sia stato interrotto solo perché il padrone a stelle e strisce ci ha chiesto di farlo, la Germania lo ha fatto con un po’ più di dignità storcendo un po’ il naso. L’Italia come sempre cadavericamente obbedisce a Washington dal ’45. Sono d’accordo con lei che bisogna essere contro i totalitarismi, ma come non vedere che oggi il più grande totalitarismo è quello della civiltà del dollaro?”.

“Ma cosa sta succedendo in Ucraina in questi giorni?”, gli ha chiesto allora Barbano cercando di farlo ragionare. E Fusaro: “Quello che succederà presto anche a Taiwan, gli Usa hanno provocato fino all’esasperazione, spostando il confine della Nato verso Oriente per portare i due grandi blocchi, Russia e Cina, che eroicamente resistono all’imperialismo statunitense, in un conflitto mondiale potenzialmente mortifero”.  liberoquotidiano.it

Condividi

 

Articoli recenti