Trapiantato con cuore di maiale, muore. L’animale aveva un virus

Trapiantato con cuore di maiale

I ricercatori che cercano di scoprire cosa abbia ucciso la prima persona a ricevere un trapianto di cuore din maiale hanno scoperto che l’organo ospitava un virus animale, ma non possono ancora dire se abbia avuto un ruolo nella morte dell’uomo.

Un uomo del Maryland, David Bennett Sr., 57 anni, è morto a marzo, due mesi dopo l’innovativo trapianto sperimentale. I medici dell’Università del Maryland hanno detto giovedì di aver trovato una sorpresa indesiderata: il DNA virale all’interno del cuore di maiale. Non hanno trovato segni che questo bug, chiamato citomegalovirus suino, stesse causando un’infezione attiva.

Ma una delle principali preoccupazioni per i trapianti da animale a uomo è il rischio che possano introdurre nuovi tipi di infezioni nelle persone. Poiché alcuni virus sono “latenti”, nel senso che si nascondono senza causare malattie, “potrebbe essere un autostoppista”, ha detto all’Associated Press il dottor Bartley Griffith, il chirurgo che ha eseguito il trapianto di Bennett.

Tuttavia, lo sviluppo è in corso di test più sofisticati per “assicurarci di non perdere questo tipo di virus”, ha aggiunto il dottor Muhammad Mohiuddin, direttore scientifico del programma di xenotrapianti dell’università.

Cuore di maiale geneticamente modificato

Per decenni, i medici hanno provato a usare gli organi di animali per salvare vite umane senza successo. Bennett, che stava morendo e non era idoneo per un trapianto di cuore umano, è stato sottoposto all’ultimo intervento chirurgico utilizzando il cuore di un maiale geneticamente modificato per ridurre il rischio che il suo sistema immunitario respingesse rapidamente un tale organo estraneo.

Il team del Maryland ha affermato che il maiale donatore era sano, aveva superato i test richiesti dalla Food and Drug Administration per verificare la presenza di infezioni ed è stato allevato in una struttura progettata per impedire agli animali di diffondere infezioni. Revivicor, la società che ha fornito l’animale, ha rifiutato di commentare.

Griffith ha detto che il suo paziente, che era molto malato, si stava riprendendo abbastanza bene dal trapianto quando una mattina si svegliò peggio, con sintomi simili a un’infezione. I medici hanno eseguito numerosi test per cercare di capire la causa e hanno somministrato a Bennett una varietà di antibiotici, farmaci antivirali e un trattamento di potenziamento immunitario. Ma il cuore del maiale si è gonfiato, si è riempito di liquido e alla fine ha smesso di funzionareAgenPress

Condividi