Covid, eventi di Natale e Capodanno cancellati in Italia

mercatino natale
foto tg24.sky.it

Eventi di Natale e Capodanno cancellati – Concertoni  che saltano, mercatini di Natale che non aprono e sindaci che mettono in campo restrizioni per contenere i festeggiamenti: in Italia i contagi da Covid-19 aumentano, così come aumentano anche i timori legati alle festività e – soprattutto – agli assembramenti per l’ultima notte dell’anno.

MERCATINI DI NATALE – Diversi anche i mercatini di Natale che sono stati annullati, soprattutto nei primi giorni di dicembre. Come quello di Bienno (“Natale nel borgo”) nel Bresciano. Hanno rinunciato ai mercatini di Natale anche località turistiche come Ortisei e Selva di Val Gardena. E anche nella Capitale non ci sarà il classico mercatino in piazza Navona

CONCERTO DI CAPODANNO A ROMA – Il Campidoglio ha annullato il concerto di Capodanno al Circo Massimo. L’assessore ai Grandi Eventi, Alessandro Onorato, ha ufficializzato l’addio all’evento a causa del Covid. “Era tutto pronto per celebrare il Capodanno in grande stile e riportare Roma al centro dei grandi eventi. Avevamo scelto per la ripartenza alcuni grandi artisti romani, una location spettacolare come il Circo Massimo e un’organizzazione impeccabile per la sicurezza. Ma in questo momento la nostra priorità è e deve essere quella di salvaguardare la salute dei romani ed evitare assembramenti”. Per questo “siamo costretti a annullare il concertone”, ha detto Onorato.

I DIVIETI IN CAMPANIA – Niente feste di piazza a Capodanno. Il governatore della Campania, Vincenzo De Luca, ha disposto nell’ordinanza numero 27 che a decorrere dal 23 dicembre 2021 e fino all’1 gennaio 2022, “per l’intero arco della giornata è fatto divieto di consumo di cibo e bevande, alcoliche e non alcoliche, con esclusione dell’acqua, nelle aree pubbliche, compresi gli spazi antistanti gli esercizi commerciali, le piazze, le ville e i parchi comunali. Resta consentito il consumo ai tavoli all’aperto, nel rispetto del distanziamento previsto”

“Nei luoghi pubblici all’aperto è fatto divieto di svolgimento di eventi, feste o altre manifestazioni che possano dar luogo a fenomeni di assembramento o affollamento, è confermato l’obbligo di indossare dispositivi di protezione individuale, anche all’aperto, in ogni luogo non isolato”. E ancora, “nei giorni 23, 24, 25, 31 dicembre 2021 e 1 gennaio 2022: dalle ore 11:00 e fino alle ore 05:00 del giorno successivo, ai bar e agli altri esercizi di ristorazione è fatto divieto di vendita con asporto di bevande, alcoliche e non alcoliche, con esclusione dell’acqua”.

ANNULLATE ALCUNE FESTE IN LIGURIA – “Dire no alle feste in piazza a Capodanno” è “sicuramente un elemento di prudenza opportuno”, ha spiegato anche il presidente della Liguria, Giovanni Toti. Niente concerto di fine anno a Rapallo e a Sestri Levante

ANNULLATO IL CONCERTONE DI MANTOVA – Anche il sindaco di Mantova, Mattia Palazzi, ha annunciato: “Abbiamo scelto di rinunciare al concertone, adesso la priorità è tenere sotto controllo la situazione pandemica, evitando eventi che creerebbero grandi assembramenti, e vaccinarsi tutti”

NO FESTEGGIAMENTI IN PIAZZA A MILANO – Ma già in altre città si era deciso di stoppare eventi pubblici di fine anno, come a Milano, dove l’opzione festeggiamenti in piazza non è mai stata presa in considerazione

A VERONA NIENTE VEGLIONE – A Verona il Comune ha annullato il veglione di Capodanno in piazza Bra e anche la festa per gli anziani in Fiera che aveva già 200 iscrizioni. “A ottobre, con la situazione sanitaria ampiamente sotto controllo – ha spiegato il sindaco Sboarina -, abbiamo cominciato a organizzare gli eventi che avrebbero caratterizzato le feste, fra cui il Capodanno. Abbiamo aspettato fino all’ultimo, ma i numeri dei contagi degli ultimi giorni e le previsioni degli esperti scientifici ci hanno spinto a queste scelte prudenziali”.  https://tg24.sky.it

Condividi