Australia, negati i trapianti di organi ai pazienti non vaccinati

negati i trapianti di organi ai pazienti non vaccinati

In Australia, nel Queensland, vengono negati i trapianti di organi salvavita ai pazienti che non si sono vaccinati contro il Covid. Secondo l’agenzia sanitaria Queensland Health uno dei requisiti dei pazienti per ottenere un trapianto è quello di aver ricevuto due dosi di vaccino.

Negati i trapianti di organi ai pazienti non vaccinati contro il Covid

Lo stato del Queensland, in Australia, sta negando i trapianti di organi salvavita ai pazienti che non hanno effettuato il vaccino anti-Covid. Secondo la Queensland Health, agenzia sanitaria ufficiale dello stato, i pazienti devono avere “un requisito minimo di due dosi di un vaccino COVID-19 approvato prima di ricevere un trapianto di rene, polmone o cuore“. “Il Queensland segue le pratiche nazionali e internazionali relative ai protocolli di trapianto e vaccinazione. La sicurezza e il benessere di tutti i nostri pazienti sono la nostra priorità numero uno” ha affermato il dipartimento in una nota. Le autorità all’interno dell’agenzia sostengono che questa politica sia stata messa in atto per proteggere gli immunodepressi.

Negati i trapianti di organi ai pazienti non vaccinati: “Importante che la persona venga vaccinata prima del trapianto”

“Un ricevente è altamente immunosoppresso dopo il trapianto, motivo per cui è incredibilmente importante che la persona venga vaccinata prima del trapianto. Il Queensland Health dà priorità alla sicurezza prima, durante e dopo un trapianto” ha dichiarato il dipartimento. “Ecco perché il Queensland Kidney Transplant Service ha approvato un requisito minimo di due dosi di un vaccino COVID-19 approvato prima di ricevere un trapianto di rene, polmone o cuore” ha aggiunto, sottolineando che prima del trapianto il ricevente dovrà assicurarsi che le sue vaccinazioni vengano aggiornate, comprendendo quella contro il Covid. I pazienti che non vogliono ricevere il vaccino saranno costretti ad aspettare fino alla rimozione della restrizione per avere le rispettive procedure con la politica che sarà ufficialmente rivista a febbraio 2022.

Australia, negati i trapianti di organi ai pazienti non vaccinati: “La vaccinazione è importante per la sicurezza”

Anche negli Stati Uniti ci sono istituzioni sanitarie che negano le cure mediche ai pazienti non vaccinati. La Cleveland Clinic, ad ottobre, ha annunciato che richiederà a tutti i donatori e riceventi di trapianti di organi di essere vaccinati. “La vaccinazione è particolarmente importante in questi pazienti per la loro sicurezza. Per il donatore vivente, è fondamentale prevenire l’infezione da COVID-19 nel periodo di un’operazione chirurgica” ha dichiarato il sistema ospedaliero in una nota. “Per il candidato al trapianto, oltre a un’operazione importante, i farmaci assunti dopo un trapianto di organi indeboliscono la risposta immunitaria di una persona” ha aggiunto. Altre istituzioni mediche americane che impongono questi requisiti sono UC Health in Colorado, UW Health in Wisconsin e l’University Hospitals Transplant Institute.

https://www.notizie.it

Condividi