Calci e pugni a un pendolare senza motivo, arrestato straniero

arresto

Violenta e insensata aggressione avvenuta domenica alla stazione ferroviaria di Romano di Lombardia. La vittima ha riportato un trauma cranico e contusioni sul viso e sul corpo.

Nella mattinata di domenica 14 novembre, i Carabinieri della Compagnia di Treviglio hanno arrestato un 20enne originario del Camerun, pregiudicato e irregolare e già sottoposto alla misura cautelare del divieto di dimora in Bergamo e provincia, autore di una violenta aggressione ai danni di un pendolare della stazione ferroviaria di Romano di Lombardia.

Calci e pugni per futile motivo

Il 20enne ha aggredito il viaggiatore a calci e pugni per un futile motivo. La reazione violenta, infatti, sarebbe scaturita dal fatto che il pendolare abbia aperto una finestra della sala d’attesa svegliando il giovane che stava dormendo sdraiato sulle sedie.

L’aggredito, subito soccorso dagli uomini del 118 e portato in ospedale, ha riportato un trauma cranico e contusioni a naso e a una gamba. www.ecodibergamo.it

Condividi