Green pass, Confcommercio: basta cortei, il nemico è il Covid non le soluzioni per combatterlo

sangalli ricattato

“Dopo un anno e mezzo di pandemia, che ha provocato perdite umane gravissime e colpito profondamente centinaia di migliaia di imprese, soprattutto del terziario, il Covid è al momento ancora sotto controllo e l’economia finalmente ha ripreso a crescere. In questo contesto va fatto ogni sforzo per contenere il contagio e permettere alle imprese di lavorare.Credo che 15 sabati consecutivi di cortei ‘no pass’ a Milano, e in altre città, che bloccano la vita del centro e non rispettano le regole, non vanno in questa direzione”. E’ quanto afferma il presidente di Confcommercio, Carlo Sangalli, in un’intervista al Corriere della Sera.

Sangalli sottolinea che “sono le autorità competenti che devono decidere le modalità delle manifestazioni e fare in modo che vengano rispettate”. “La libertà di manifestare le proprie idee è l’architrave della democrazia. Mio padre, partigiano cattolico, ha combattuto come tanti altri per questo. Ma va rispettata la libertà di tutti”, precisa il presidente di Confcommercio.

Secondo Confcommercio, i cortei ‘no green pass’ danneggiano l’economia

Il sabato, ricorda ancora Sangalli, “per il settore del commercio e della ristorazione, vale oltre il 25% del fatturato settimanale”. “Secondo un calcolo prudenziale del nostro Ufficio Studi milanese, gli ultimi tre sabati hanno comportato perdite per più di 10 milioni di euro a esercizi commerciali, bar e ristoranti delle zone interessate dai blocchi dei manifestanti”, insiste. “Senza considerare che una città percorsa ogni sabato da cortei che bloccano anche il traffico diventa certamente meno vivibile e attrattiva”.

“Nessuno vuole vietare o contingentare nulla. La nostra petizione è un appello alla responsabilità e alla ragionevolezza”, conclude. “Portare avanti le proprie idee e istanze non è solo legittimo ma doveroso. Anche alla nostra organizzazione è capitato varie volte di scendere in piazza per manifestare. Ma sempre nel perimetro della legalità e nel rispetto degli altri. E infine, il nemico comune è il Covid, non le soluzioni per combatterlo”.  ASKANEWS

Condividi