Vaia: “ho diritto di andare al cinema sapendo che mi sta vicino è vaccinato”

Vaia contrario alla vaccinazione degli under 12

“Abbiamo una quarantina di ricoveri Covid in area medica e 7 in intensiva. L’anno scorso erano il doppio e i dati erano in crescita mentre ora la curva vira decisamente in discesa. E i malati Covid in intensiva sono qui da mesi”. Un quadro decisamente rassicurante, quello dipinto in un’intervista al Giornale da Francesco Vaia, direttore sanitario dell’Istituto Nazionale Malattie Infettive Spallanzani di Roma, il cui merito va “al vaccino, alla scienza.

Il green pass è stato ingiustamente e impropriamente visto come una coercizione. Non è così: il pass è uno strumento utile, una misura di salvaguardia. Stiamo uscendo dall’epidemia grazie da un lato alla scienza che ha messo a punto vaccini efficaci in tempi strettissimi e dall’altro ai milioni di italiani che si sono vaccinati perché hanno capito che questa è l’unica via per fermare il virus. Anche gli studi più recenti dimostrano come i vaccinati possono trasmettere il Covid ma hanno una carica virale talmente bassa che in ogni caso non ci si ammala”.

“Tutti i cittadini hanno diritto di protestare in modo civile per difendere le proprie idee – prosegue Vaia riferendosi a chi manifesta contro il green pass e il vaccino – Ma il fatto che tu non vuoi vaccinarti non può ricadere in modo negativo sugli altri. Io sono vaccinato ed ho diritto di andare al cinema, allo stadio o a teatro con la certezza che chi sta vicino a me è protetto nello stesso modo. La libertà di non vaccinarsi non può mettere a repentaglio la salute degli altri”, ha detto Vaia

Liguori: “noi vaccinati abbiamo diritto di non avere non vaccinati al nostro fianco”
Palombelli: “se venisse un carabiniere a salvarmi vorrei che fosse vaccinato”

Discorso valido anche per la scuola, dove la diffusione del coronavirus resta contenuta anche dopo la riapertura: “E’ la dimostrazione di quello che ho sempre detto: se si vaccinano tutti gli adulti, i professori ed il personale amministrativo insieme agli studenti sopra i 12 anni comunque la situazione resterà sotto controllo. Non sono un pediatra e non escludo il vaccino per i più piccoli ma non ritengo urgente immunizzare anche gli under 12″. adnkronos

Condividi

 

One thought on “Vaia: “ho diritto di andare al cinema sapendo che mi sta vicino è vaccinato”

  1. Peccato che non sia completamente vera la seguente affermazione “Anche gli studi più recenti dimostrano come i vaccinati possono trasmettere il Covid ma hanno una carica virale talmente bassa che in ogni caso non ci si ammala”, come lo spiega che persone e medici con doppia dose in realtà muoiono? Queste sono le analisi serie da fare se si vogliono convincere quelli che sono definiti indecisi o meglio scettici in conseguenza di una informazione non completa e poco imparziale. Grazie.

Comments are closed.