Calenda: ‘non possiamo essere vittime di chi non si vuole vaccinare’

Calenda contro chi non si vuole vaccinare

L’uso allargato del green pass sulla scorta del modello adottato in Francia “sarà oggetto di discussione e valutazione nei prossimi giorni”. Lo dicono fonti di governo, ricordando che il green pass è già utilizzato in alcuni ambiti, come matrimoni, Rsa, stadi, eventi.

Vaccinati vittime di chi non si vuole vaccinare

Calenda: “Giusta la mossa di Macron sul green pass, serve anche qui”. “La mossa di Macron funziona ed è giusta: è un problema di salute collettiva. Se noi non vogliamo chiudere, dobbiamo fare un green pass per individuare chi non si vaccina. Noi, tutti quelli che si sono vaccinati, non possiamo essere vittime di una minoranza che non si vuole vaccinare. Certo che bisogna prendere lo stesso provvedimento di Macron. Non si può pensare di avere tutto senza dover fare nulla, la vita non funziona così”. Lo ha detto il leader di Azione, Carlo Calenda, a Radio 24.

L’uso allargato del green pass, trapela da fonti di governo, “sarà oggetto di discussione e valutazione nei prossimi giorni”. Il sottosegretario alla Salute Sileri, intanto, propone di fare subito come ha fatto la Francia, applicando “sul serio” il green pass, niente quarantena per chi ha ricevuto due dosi, rivedere i parametri nel giro di una o due settimane: “Se concedessimo alle discoteche di aprire col green pass, avremmo la corsa di chi ha tra i 18 e i 40 anni a vaccinarsi”.  www.tgcom24.mediaset.it

Condividi

 

3 thoughts on “Calenda: ‘non possiamo essere vittime di chi non si vuole vaccinare’

  1. Questo è un bugiardo patentato.
    Come fa un vaccinato ad essere in pericolo causato da un non vaccinato?
    Se uno è vaccinato è immune, oppure no!
    In questo caso il vaccinato è stato truffato e la sua salute messa in pericolo dal vaccino
    Calenda, hai capito?

  2. Onorevole Calenda, in merito alle vaccinazioni, lei ha una strana considerazione sulla democrazia e sulle libertà individuali. Se prende esempio da Macron, da un pessimo esempio del suo pensiero in fatto di libertà.
    Essendo un personaggio politico, anche di un certo peso, l’ultima parola sarebbe sempre la sua.
    Le dico solo che mai, darei il mio consenso alla sua formazione, pseudo politica, se le premesse sono queste.
    Cordiali saluti
    G. Favatà.
    Le dico solo

  3. Nel passato chi si vaccinava non aveva paura di ammalarsi, semmai erano i non vaccinati a temere la malattia. Nel Mondo calendoscopico, i vaccinati temono la malattia (!!!)… ah ah ah

Comments are closed.