Le Azioni Globali Aumentano Mentre La Repressione Delle Materie Prime In Cina

Le azioni globali aumentano mentre la repressione delle materie prime in Cina allevia le preoccupazioni sull’inflazione, mentre il Bitcoin si stabilizza.

 Le azioni globali sono aumentate lunedì mentre gli investitori hanno scrollato le spalle alle pressioni inflazionistiche.

 Il giro di vite della Cina sui prezzi delle materie prime potrebbe aiutare ad alleviare i timori di costi più elevati.

Il Recente Andamento Di Bitcoin

 Bitcoin ha recuperato a circa $ 36.700 dopo un weekend di trading sulle montagne russe.

Iscriviti qui per la nostra newsletter quotidiana, 10 cose prima della campana di apertura.

 Le azioni globali sono aumentate lunedì poiché l’allentamento delle preoccupazioni sull’inflazione ha rafforzato i mercati e il Bitcoin ha registrato un rally dai minimi della scorsa settimana.

 I futures su Dow Jones, S&P 500 e Nasdaq sono aumentati dello 0,5%, suggerendo un inizio di negoziazione più alto nel corso della giornata.

 Il Nasdaq ha registrato il suo primo guadagno settimanale in cinque settimane. I settori ciclici hanno sottoperformato le loro controparti in crescita, con le banche che sono tornate indietro a causa del leggero calo dei rendimenti.

 Il rendimento della nota del Tesoro a 10 anni ha visto il suo quinto calo nelle ultime sette settimane all’1,617%.

 Bitcoin ha continuato una sessione volatile dopo i considerevoli ribassi la scorsa settimana. L’asset digitale è risalito al di sopra di $ 40.000 venerdì, scambiato fino a $ 31.133 domenica pomeriggio e lunedì ha recuperato a circa $ 36.700. Ethereum, Litecoin e XRP di Ripple hanno visto movimenti simili durante il fine settimana.

 Per chi volesse approfittare di questo momentaneo calo per iniziare ad investire, potrebbe farlo utilizzando piattaforme affidabili come bitcoin era, per esempio.

Recensioni e Dichiarazione di Bitcoin

 La più grande criptovaluta per capitalizzazione di mercato è sulla buona strada per la peggiore performance mensile in quasi un decennio, avendo perso oltre il 37% dal suo massimo di aprile, hanno detto gli strateghi di Deutsche Bank.

 Alcune decisioni sui tassi da parte della banca centrale sono attese questa settimana anche da Nuova Zelanda, Corea del Sud e Indonesia. Gli economisti di Deutsche Bank si aspettano che le ultime due mantengano stabili i tassi ufficiali, mentre i mercati guarderanno alle revisioni delle previsioni per trovare indizi sui loro pregiudizi politici.

 L’agenzia di pianificazione economica cinese ha dichiarato lunedì che intensificherà gli sforzi per frenare l’impennata dei prezzi delle materie prime per reprimere i monopoli all’interno del mercato. I prezzi del minerale di ferro, l’ingrediente utilizzato nella produzione dell’acciaio, sono diminuiti drasticamente con il principale contratto a termine che è sceso del 7% a $ 163 la tonnellata sulla borsa cinese di Dalian.

 Dato che la Cina è un grande importatore netto di minerali, c’è un limite a ciò che sarà in grado di ottenere nel medio-lungo termine, secondo Jeffrey Halley, analista di mercato senior di OANDA. “Tuttavia, a breve termine, i loro brontolii sembrano avere l’effetto desiderato”, ha detto.

 Lo Shanghai Composite cinese è salito dello 0,3%, il Nikkei giapponese dello 0,2% e l’Hang Seng di Hong Kong è salito dello 0,04%.

 Altrove in Europa, i leader dell’UE si incontreranno a Bruxelles lunedì e martedì per un vertice speciale per discutere questioni tra cui la risposta COVID-19, le relazioni con la Russia e il Regno Unito e il cambiamento climatico.

 “Un giro di vite sui prezzi delle materie prime in Cina ha permesso ai mercati europei di salire più in alto lunedì”, ha affermato Connor Campbell, analista finanziario di SpreadEx.

 Affrontando gli “speculatori e accumulatori” che hanno spinto in modo così aggressivo il prezzo delle materie prime, la Cina ha avvertito che avrebbe mostrato tolleranza zero verso la “speculazione eccessiva” degli ultimi mesi, ha detto.

Condividi