Rimuove tweet del presidente Buhari, Nigeria blocca Twitter

Buhari Twitter
Muhammadu Buhari – nigeria

Twitter sta studiando la situazione con la sospensione a tempo indeterminato della sua piattaforma social in Nigeria, definita “preoccupante”. Lo ha annunciato un portavoce dell’azienda social al sito d’informazione “Business Insider”.

“L’annuncio fatto dal governo nigeriano di aver sospeso le operazioni di Twitter in Nigeria è profondamente preoccupante”, ha detto il portavoce. Ieri il ministero dell’informazione e della cultura nigeriano ha annunciato la sospensione a tempo indeterminato del social nel paese, due giorni dopo che la società aveva rimosso un tweet del presidente Muhammadu Buhari citando la violazione della sua politica di comportamento abusivo.

Nel tweet il capo dello Stato aveva annunciato il pugno di ferro nei confronti dei gruppi secessionisti che minacciano la sicurezza del paese, scatenando la reazione degli utenti e quella della piattaforma stessa che ha eliminato il post incriminato.

Buhari aveva scritto che “molti di coloro che oggi si comportano male sono troppo giovani per essere consapevoli della distruzione e della perdita di vite avvenute durante la guerra civile nigeriana. Quelli di noi che sono stati nei campi per 30 mesi, che hanno attraversato la guerra, li tratteranno nella lingua che capiscono”.

Il riferimento è alla guerra civile nigeriana, o guerra del Biafra, che fu combattuta tra il 1967 e il 1970 per un tentativo dello Stato del Biafra di staccarsi dalla Nigeria. Il conflitto, al quale partecipò Buhari, portò alla sconfitta delle forze secessioniste con più di un milione di persone uccise, per lo più civili per fame.  https://www.nova.news

Condividi

 

One thought on “Rimuove tweet del presidente Buhari, Nigeria blocca Twitter

  1. Ben fatto, Nigeria!
    Per che mai le istituzioni nigeriane dovrebbero sottostare all’autorita’ (AUTORITA’??) di una DITTA QUALUNQUE, PER GIUNTA STRANIERA?
    E SAREBBE ORA CHE PURE NOI “EVOLUTI E DEMOCRATICI” IMPARASSIMO A FAR RISPETTARE LE ISTITUZIONI NAZIONALI, SOPRATTUTTO A QUELLI CHE PENSANO DI POTERSI COMPRARE TUTTO A SUON DI DOLLARI!

Comments are closed.