Serve la presa di coscienza di un intero popolo

Improta presa di coscienza

di Mario Improta – Non possiamo prendercela con le persone.
Le persone, nella stragrande maggioranza si fidano dei governi, delle alte istituzioni, indipendentemente dagli individui che li compongono o le gestiscono.
Questo perché l’essere umano non è minimamente in grado di immaginare ed accettare che la sua via sia decisa da individui senza scrupoli, avidi, corrotti e pronti a vendersi le madri per potere e soldi.

E dunque vediamo individui che hanno magari lauree e master credere acriticamente ad ogni assurda regola posta in essere dal potere, additando a “complottisti” e “negazionisti” chiunque ponga dubbi o accuse.

Anche io ero così.
Lo sono stato fino al momento in cui, dopo aver contribuito a far eleggere persone “comuni”, lontani dai luoghi di potere e apparentemente oneste, le ho viste vendere se stesse e gli ideali di milioni di elettori pur di restare aggrappate al potere che dicevano di voler combattere.

Oggi capisco che i politici che chiedono di “abbassare i toni”, di “non aggredire”, di “restare calmi”, di essere politicamente corretti minacciando querele o provando ad infangare l’onore degli oppositori anche grazie ad una informazione marcia e serva, lo fanno perché hanno paura, perché sono consapevoli di essere nel torto, di essere infami che hanno svenduto il Paese ed il Popolo a banche e multinazionali.

informazione vaccino

Io non mi farò mai piegare da chi considero il nemico, non l’ho fatto quando mi hanno attaccato ingiustamente per qualche post, vignetta o parola aggressiva di troppo e non lo farò nemmeno in futuro, perché il nemico va combattuto con ogni mezzo, con tutte le forze, fino a sconfiggerlo o a farlo fuggire.

Serve una presa di coscienza

Ed il nemico è oggi ben visibile a chiunque abbia un briciolo di intelligenza e consapevolezza: si chiama Unione Europea, si chiama euro, si chiama BCE.
Ed è un nemico potentissimo, come la Germania della seconda guerra mondiale, che viene protetto e sostenuto dalla quasi totalità dei partiti politici, dei sindacati, della informazione.

Siamo in molti a combattere il nemico ed i collaborazionisti dello stesso, ma da soli non lo abbatteremo.
Serve il risveglio.
Serve la presa di coscienza di un intero popolo.
Serve accettare l’idea di avere dei demoni avidi e senza scrupoli a gestire le nostre vite.

Serve combattere.

Condividi