Russia: sparatoria in una scuola di Kazan, culla dell’Islam ‘moderato’

Immagini scioccanti. I bambini saltano fuori dalle finestre di una scuola a Kazan, sotto attacco. Undici persone sono morte, quattro sono state ricoverate in ospedale dopo una sparatoria in una scuola di Kazan, Tatarstan, Federazione russa. In precedenza è stato riferito di sei studenti morti e di un insegnante e della detenzione di un adolescente, che presumibilmente ha organizzato la sparatoria.

“Dio mio, qualcuno sta sparando” si sente da una voce in sottofondo. Kazan, capitale del Tatarstan, è culla dell’Islam moderato che ne ha abbracciato ufficialmente il culto nel 922 e dove si trova il Corano più grande del mondo, oltre a una importante scuola coranica. askanews

Russia, sparatoria in una scuola di Kazan

Sparatoria a Kazan, 11 morti

(adnkronos) Sono 11 le persone morte nella sparatoria con presa di ostaggi in una scuola di Kazan, nella Repubblica del Tatarstan in Russia. La maggior parte delle vittime sono studenti. Lo riporta la Tass, citando fonti delle forze di sicurezza. Un ragazzo, ha reso noto Ria Novosti, sarebbe stato fermato dalla polizia in relazione alla sparatoria. Mentre un secondo assalitore sarebbe stato ucciso dalle forze di sicurezza.

Nella sparatoria sono rimaste ferite almeno 32 persone secondo quanto riportato dai media del Paese, precisando che quattro di loro sono stati ricoverati in ospedale. Secondo quanto riferito inoltre dalla Ria-Novosti, tra le vittime ci sarebbero anche due ragazzi morti dopo essere precipitati dal terzo piano dell’edificio scolastico mentre cercavano di mettersi in salvo.

Condividi