Caso Grillo, l’avvocato di uno dei ragazzi lascia la difesa

caso grillo

L’avvocato di Vittorio Lauria, uno dei tre ragazzi indagati insieme con Ciro Grillo di stupro di gruppo, ha lasciato l’incarico: “Ho rinunciato al mandato per divergenze con il mio assistito sulla condotta extraprocessuale da tenere, specie in processi come questo”, ha spiegato Paolo Costa che difendeva fino a ieri Lauria, accusato dalla procura di Tempio Pausania di violenza di gruppo nei confronti di una studentessa milanese.

Il legale ha dismesso il mandato dopo l’intervista rilasciata domenica 25 aprile dal giovane a Non è l’Arena, il programma condotto da Massimo Giletti su La7 in cui oltre a criticare il video di Beppe Grillo spiegava che la ragazza aveva bevuto la vodka “per sfida” e non perché costretta e che il rapporto era stato consenziente. “Si vede comunque che la ragazza sta, uno, benissimo e, due, che comunque noi non costringiamo niente”, aveva dichiarato.

Caso Grillo, la storia della vodka

E ancora, sull’assunzione di alcol: “E’ proprio lei che l’ha presa, da sola e per sfida, come noi comunque abbiamo detto ai pm, perché è stato proprio così. Per sfida lei l’ha bevuta tutta, ‘gocciandola’, ma non era tanta, era un quarto di vodka, non lo so adesso. Però comunque proprio lei da sola perché noi non riuscivamo a berla e lei per sfida ha detto ‘dai che ce la faccio’ e se l’è bevuta. E poi è andata a dire che io l’ho presa per la gola, ho fatto…”.

Intanto sul caso Grillo ci sarebbero nuove prove a carico di Ciro e dei suoi tre amici, Lauria, appunto, Edoardo Capitta e Francesco Corsiglia. Dei nuovi elementi che sarebbero emersi durante gli interrogatori, tanto che la procura di Tempio Pausania avrebbe riformulato nuove contestazioni a Ciro e agli altri ventenni della Genova bene.

In particolare, Corsiglia (figlio di un noto cardiologo) avrebbe confermato che intorno alle 6 del mattino del 17 luglio 2019 avrebbe avuto “un rapporto sessuale consenziente” con la ragazza italo-svedese, “dopo aver fatto sesso, sono andato a dormire”. Poi c’è la violenza sessuale ai danni dell’altra ragazza. Ciro, Capitta e Lauria si sono immortalati mentre la oltraggiavano quando dormiva. www.liberoquotidiano.it

Condividi