Afghanistan, autobomba contro casa studenti: 25 morti

Afghanistan autobomba studenti

E’ di 25 morti e 60 feriti il bilancio dell’esplosione di un’autobomba avvenuta nell’Afghanistan orientale, in una guesthouse che ospita studenti. Lo ha confermato il portavoce del Consiglio provinciale, Hasib Stanekzai, al network afghano Tolo News. “25 persone erano all’interno della foresteria, tutte sotto le macerie, i rapporti dicono che oltre 25 persone sono state uccise e oltre 60 sono rimaste ferite” ha detto il consigliere provinciale Hasib Stanekzai.

Il ministero della Salute ha riferito di almeno 5 morti, aggiungendo però che il bilancio è destinato sicuramente a aumentare. L’esplosione è avvenuta intorno alle 16.30, nella città di Pul-i-Alam, nella provincia di Logar. L’autobomba ha colpito la guest-house, edificio ex residenza del precedente capo del consiglio provinciale di Logar, Abdul Wali Wakil, dove diversi studenti stavano trascorrendo la notte prima degli esami di ammissione all’università della provincia.

Attacco con autobomba non rivendicato

Nell’attentato sono stati danneggiati anche un ospedale e una casa privata. Al momento, nessuno ha rivendicato l’attacco, ma Shahussain Murtazawi, consigliere senior presso l’ufficio del presidente afghano, ha chiamato in causa i talebani per questo attacco. Con i colloqui di pace ancora in ritardo e l’avviato ritiro delle forze Nato, la violenza nel paese è in aumento. Questa sera un’altra esplosione ha investito un veicolo della polizia nella città di Herat, provocando cinque feriti. www.rainews.it

Condividi