Prof. Viglione contro Gassman, Brignano e Fedez

fedez

prof. Massimo Viglione – Gassman, Brignano, Fedez, e tutto il corteo delle voci di regime, dicono quello che dicono perché sanno che se vogliono fama e soldi per fare la bella vita, devono lavorare, ma per lavorare devono dire quello che gli viene detto di dire, altrimenti scompaiono.
Esattamente come avviene per i giornalisti e gli intellettuali di regime, specie quelli più quotati in tv.
Esattamente come avviene per i politicanti.
Ovvero, per tutti, nessuno escluso, nemmeno Vespa!
Perché il loro “demiurgo” è la Tv e il cinema. Senza demiurgo, sono finiti, e il demiurgo è più potente di qualsiasi uomo potente.

gassmanIl problema non sono loro.
Il problema è chi ancora continua a guardarli, e magari a seguirli (o magari a votarli se politicanti): perché costui è lo sgabello del demiurgo e il tirapiedi di Gassman, Brignano, Fedez e compagnia bella.
Bisogna staccare la spina al demiurgo, o almeno non guardare e seguire questi schiavi famosi e ricchi che se la ridono alle nostre spalle: è l’unica libertà che ancora ci rimane.
Bisogna usufruirne, prima di divenire completamente lobotomizzati.

Facciamo in modo che i Gassman, i Brignano, i Fedez, e tutte le schiere del demiurgo, anziché uccidere definitivamente la nostra anima e azzerare il nostro intelletto, divengano occasione di consapevolezza, libertà, vita.
Utilizziamoli come strumento di ravvedimento: basta pensare e fare il contrario di quello che dicono, sempre, così avremo sempre ragione e saremo liberi. E pure sani.

Massimo Viglione

Condividi