Prefazione a un libro “no vax”, bufera su Gratteri

gratteri no vax

Gratteri si scopre “negazionista” scrive la prefazione di un libro anti vaccino. Nicola Gratteri ha scritto la prefazione di un libro “no vax” dal titolo “Strage di Stato – Le verità nascoste della Covid-19”. Il Procuratore di Catanzaro si è così scoperto negazionista, da capire se a sua insaputa o meno. Nel testo, infatti, – si legge sul Foglio – scritto da Pasquale Bacco e Angelo Giorgianni, due noti antivaccinisti, si elogiano le teorie complottiste: “Il virus non uccide”, “I vaccini sono acqua di fogna”, “Dietro la falsa pandemia c’è Bill Gates”.

Che cosa ci fa – prosegue il Foglio – un importante Procuratore capo della Repubblica in compagnia di due negazionisti del Covid e antivaccinisti? Uno dei due è un suo collega magistrato, ma tanto basta a giustificare la condivisione di tesi cospirazioniste? E’ rispetto a queste affermazioni che dovrebbe fare chiarezza il procuratore di Catanzaro Nicola Gratteri, autore della prefazione del libro. Si tratta di persone che sostengono tra le altre cose, che i vaccini sono “acqua di fogna”, che la “pandemia è falsa” e che “il Covid non ha ucciso nessuno”. affaritaliani

La risposta di Gratteri su Repubblica: “Io negazionista? Ma se per l’Ufficio sono state acquistate migliaia di mascherine e siamo tutti vaccinati”. Il messaggio che si vuole lanciare in quelle poche righe, dice, è molto chiaro “il sistema-Paese, minato dalla tempesta in corso – questo uno dei passaggi del contributo offerto a Bacco e Giorgianni – rischia di lasciare al crimine organizzato nuovi spazi di manovra, nei quali nessuna azione di contrasto sarà possibile senza una chiara comprensione delle vicende Covid19”.

Condividi