Yemen, raid sauditi sulla capitale Sana’a

raid sauditi Yemen

La coalizione militare a guida saudita ha sferrato diversi attacchi aerei contro la capitale dello Yemen, Sana’a, controllata dagli Huthi, dopo aver intercettato 10 droni lanciati dai ribelli sostenuti dall’Iran, secondo quanto riportato dai media statali.

“L’operazione militare prende di mira le infrastrutture militari Huthi a Sana’a e in un certo numero di altre province”, ha affermato la coalizione secondo l’agenzia di stampa ufficiale saudita.  www.rainews.it

Violenti combattimenti hanno provocato almeno 90 vittime su entrambi i fronti in guerra nello Yemen, e precisamente a Marib, nel nord, una regione strategica che i ribelli Huthi stanno cercando di strappare alle forze lealiste. Lo riferiscono fonti militari governative.

Negli scontri sono rimasti uccisi 32 combattenti tra le forze governative e le tribù lealiste, mentre 58 ribelli sono morti in attacchi aerei sauditi, riferiscono le fonti all’Afp. (ANSA)

Yemen, Oxfam chiede soldi all’Italia

Nel frattempo, Oxfam chiede all’Italia di aumentare gli stanziamenti per l’emergenza umanitaria in Yemen. L’Italia risulta essere il 19esimo Paese donatore, con soli 5 milioni di euro che saranno stanziati nel 2021, meno di tutti gli altri Paesi del G7, rileva Oxfam in una nota.

“Il governo italiano conferma l’impegno dell’anno scorso, non tenendo conto della richiesta del Parlamento di fare di più. – ha detto Paolo Pezzati, policy advisor per le emergenze umanitarie di Oxfam Italia – Una cifra davvero bassa se comparata a quanto stanziato dagli altri paesi del G7: oltre 200 milioni di euro dalla Germania, 159 dagli Stati Uniti, 102 dalla Gran Bretagna, 46 dal Canada, 40 dal Giappone, 11 dalla Francia.

Condividi