Vaccini Austria, Kurz: non faremo più affidamento sull’Ue

vaccini Austria Kurz

02 MAR – Il cancelliere austriaco Sebastian Kurz, prima del suo viaggio in Israele, annuncia un cambio di rotta per quanto riguarda i vaccini anti-Covid. Austria, Danimarca e gli altri ‘first mover’ “in futuro non faranno più affidamento sull’Ue e, insieme a Israele, nei prossimi anni produrranno dosi di vaccino di seconda generazione per ulteriori mutazioni del coronavirus e lavoreranno insieme alla ricerca di opzioni di trattamento”, afferma Kurz in una dichiarazione diffusa dall’Apa.

Integratori alimentari Free Health Academy

Secondo il cancelliere, atteso giovedì in Israele, “il fabbisogno di vaccini in Austria è stimato a circa 30 milioni di dosi”. (ANSA).

Vaccini Austria, Kurz ha poi aggiunto: “L’Ema (Agenzia europea per i medicinali) è troppo lenta nelle approvazioni dei vaccini e ci sono strozzature nella fornitura da parte delle aziende farmaceutiche. Dobbiamo prepararci ad ulteriori mutazioni e non dovremmo più dipendere solo dall’Ue per la produzione di vaccinazioni di seconda generazione”.

Condividi