Borghi: “sono sempre in moto a congegnare nuove mostruosità”

Claudio Borghi commenta l’idea di un esercito comune con la scusa di completare l’Unione europea: “Non riposano mai… ogni giorno, ogni minuto… sono orde… sempre in moto, sempre a congegnare nuove mostruosità. Mentre noi siamo qui a beccarci come i polli di Renzo e a criticare e indebolire chi vuole fermarli, essi continuano nel loro progetto con metodica determinazione.”

Da non dimenticare che, nei progetti dei terribili padri della UE, c’è la guerra alla Russia (vedi immagine in fondo all’articolo)

pdre fondatore UE

Condividi