Usa, nuova accusa di molestie sessuali per Cuomo

Andrew Cuomo

Dopo essere finito nella bufera con l’accusa aver nascosto il reale bilancio delle vittime da coronavirus, nuova tegola sul governatore Cuomo: due ex assistenti due lo accusano di molestie sessuali.

Sempre più guai per Andrew Cuomo. Una seconda donna, anche lei un’ex assistente del potente governatore democratico di New York, lo accusa di molestie sessuali.

La venticinquenne Charlotte Bennett, come racconta il New York Times, sostiene che Cuomo le abbia piu’ volte detto di essere aperto a relazioni sessuali con donne ventenni, facendo quindi chiare allusioni. Il governatore, 63 anni, in una nota al quotidiano nega categoricamente gli episodi. Mentre ancora infuria la polemica sui dati falsi sulle morti per Covid nelle case di cura forniti dal suo ufficio. (ANSA).

Cuomo è accusato di aver nascosto il reale bilancio delle vittime da coronavirus nelle case di cura per anziani. Le rivelazioni degli ultimi giorni, che hanno portato il bilancio ufficiale dello stato a quasi raddoppiare il numero effettivo di decessi nelle case per anziani. I repubblicani newyorkesi sono all’attacco, chiedono inchieste e persino ventilano la possibilità di un impeachment del democratico Cuomo.

“La gravità di questo insabbiamento è enorme”, ha dichiarato il presidente dei repubblicani di New York, Nick Langworthy. Al centro dello scandalo vi è Melissa DeRosa, braccio destro di Cuomo, che in una conversazione riportata per primo dal New York Post, parlando con alcuni deputati dello stato riguardo alla situazione nelle case di cura per anziani, ha ammesso di avere bloccato la scorsa estate l’invio dei dati sui decessi, che erano stati richiesti dal dipartimento di Giustizia dell’Amministrazione Trump. Adnkronos

Cuomo avrebbe minacciato i membri del suo stesso partito 

Il governatore è anche accusato di aver minacciato rappresaglie politiche contro i membri del suo stesso partito che lo hanno criticato e che non lo difenderebbero abbastanza dallo scandalo.

“Ti posso distruggere”, avrebbe affermato Cuomo rivolto a un deputato democratico dell’assemblea statale, Ron Kim, nel corso di una infuocata telefonata. Il governatore, ha raccontato lo stesso Kim alla Cnn, lo ha chiamato minacciando di stroncargli la carriera se non avesse taciuto sulle rivelazioni fatte da Melissa DeRosa, la segretaria del governatore che ha innescato lo scandalo. Cuomo avrebbe quindi chiesto a Kim di pubblicare una dichiarazione per smentire le affermazioni di DeRosa.
(ANSA).

Condividi