Pd, Cerno: “Più che un congresso servirebbe esorcismo”

“Sono colpito dalla sindrome neodemocristiana dei senatori Pd che militano già in prossimità della Lega nord. Il mio modesto consiglio è dare una mossa al governo Draghi su un vaccino, quello del Covid 19, in ritardo, mentre le bilance di precisione si usano solo per comporre il sottogoverno”. Così Tommaso Cerno, senatore del Partito democratico.

“Ma al tempo stesso serve un’iniezione di futuro, di democrazia e di valori della sinistra visto che, a quanto pare, la nostalgia dell’asse PD – Forza Italia di renziana memoria è l’unica forma vivente di politica nel partito che fu democratico. Più che un congresso servirebbe un esorcismo. Mi dispiace vedere la sinistra ormai ridotta come rame lasciato a imbrunire sul muro”.

Cacciari: “Congresso? Il Pd non è mai esistito”

Pd, offensiva su Zingaretti e tutti contro tutti

 

Condividi