Donna costretta a vivere con l’ex accusato di stalking

stalking Simona Leto

Il Tribunale civile fa rientrare in casa l’uomo accusato di stalking allontanato dal giudice penale. Costretta a convivere sotto lo stesso tetto con l’ex compagno, che un tribunale penale aveva obbligato ad allontanarsi dalla casa comprata insieme. L’inviata di “Striscia la notizia” Rajae Bezzaz è a Rignano Flaminio, in provincia di Roma, per raccontare la storia di Simona: ora il tribunale civile di Tivoli ha stabilito che quella resta comunque la sua abitazione e ha tutto il diritto di rientrare.

“Non ha pagato il mutuo, mi ha minacciato di morte, ma può vivere sotto lo stesso tetto”, denuncia la donna che ora ha un nuovo compagno che ha lasciato la sua casa e il suo lavoro per starle vicino e proteggerla.

Acusato di stalking, vuole vivere con la donna che perseguitava – “Non vuole lasciare la casa perché è il suo strumento di persecuzione”, lamenta Simona. “Tutto rispettato a norma di legge, che però in questo caso non ha una logica”, spiega Gian Ettore Grassani, avvocato matrimonialista.  tgcom24.mediaset.it

Mattarella, capo del CSM, si limita a dire: “La violenza sulle donne è ancora emergenza pubblica”

Condividi