Stellantis a guida francese, la logica è quella coloniale e la colonia siamo noi

Stellantis
Il Paese purtroppo va sempre più giù. La triste vicenda Stellantis ne costituisce un tragico esempio. Stellantis è il nome della nuova aggregazione fra la ex Fiat , poi Fiat Chrysler e la francese Peugeot. A capo del Board di Stellantis siede ovviamente un referente della francese Peugeot. Pertanto dopo l’internazionalizzazione fiscale della Fiat stessa , ora anche la direzione manageriale non è più italiana.

La gloriosa industria simbolo del nostro miracolo economico , la protagonista della storia imprenditoriale italiana e dello sviluppo integrato produttivo e dei consumi dal nord al sud, non è più governata da noi, ma dall’area transalpina francese. È provinciale considerare questo un male e un rischio occupazionale per i residui stabilimenti automobilistici italiani e per il loro cospicuo indotto? Secondo me non è provinciale, ma solo essere previdenti e conoscere la storia delle grandi e dolorose smobilitazioni.

La logica è quella coloniale e la colonia siamo noi. I padroni della ex Fiat avranno garantiti emolumenti multimiliardari a vita, a noi le briciole, ai francesi la conduzione strategica. Al di là della fuffa da velinari degli ormai ex capitani d’industria sabaudi , struggente è il raffronto fra le epoche di Valletta e Gianni Agnelli e Romiti e questa di Lapo and Company e allora si capisce che non poteva che finire così e cioè male!

Francesco Squillante

Condividi