Chi ha offerto il ministero degli Esteri a Renzi?

Le hanno offerto il ministero degli Esteri? “Lei è un bravo giornalista, quasi mai dice balle…”. Così Matteo Renzi, ospite di Non è l’Arena su La7, con un sorriso glissa alla domanda di Massimo Giletti sulla Farnesina, ma tra le righe lascia intendere che quell’offerta l’ha ricevuta. Poi, di fronte al giornalista che incalza sul tema, “qui non parliamo di singoli ministeri – taglia corto Renzi – quando c’è da rifare un governo. Su via…”.

“Se non ha 161 voti al Senato è un arrocco quello di Conte. Se li ha, ha vinto lui, ma se non li ha è un arrocco che porterà alla caccia ai responsabili, mentre lui deve fare la caccia ai vaccini, non ai responsabili…”. Lo dice Matteo Renzi, ospite di Non è l’Arena su La7.

“Ho avuto il coraggio che loro non hanno avuto”. Lo dice Matteo Renzi, ospite di ‘Non è l’Arena’ su La7, raccontando di un ministro del Pd, di cui non fa il nome, che lo aveva messo in guardia dalla “grande ondata di odio che mi sarebbe venuta addosso”, riportando, inoltre, le varie dichiarazioni di big dei dem che attaccavano l’esecutivo per la sua “lentezza”.

“Non è detto che l’uomo più popolare deve fare il presidente del consiglio, non è mica un influencer. Mi dicono che non posso parlare solo perché ho il 3% e chi lo ha deciso? Siamo di fronte al Grande Fratello, il libro, non la trasmissione. Se gli italiani scelgono in base alla simpatia, si tengano chi c’è. Io voglio i competenti al Governo. Mi sta bene avere meno consensi e piu’ risultati, come fu per il mio Governo”, ha detto Matteo Renzi. (Adnkronos)

Condividi