Di Maio, nel 2017 strepitava contro “il mercato delle vacche”

“Li chiamavano voltagabbana. Ora sono diventati responsabili o costruttori. Sul serio pensano che gli italiani si possono prendere in giro così?”. Giorgia Meloni ha deciso di sbattere a Luigi Di Maio in faccia le proprie responsabilità, il grillino che con una gran faccia tosta è pronto insieme a tutto il Movimento 5 Stelle a rinnegare quanto sostenuto per anni pur di salvare la poltrona. La leader di Fdi ha infatti pubblicato sui suoi profili social un video risalente a gennaio 2017, quando l’attuale ministro degli Esteri era ancora il capo politico dei grillini e soprattutto era schierato su posizioni anti-casta.

Oltre ai furbetti del cartellino abbiamo i voltagabbana del Parlamento, un vero e proprio mercato delle vacche che va fermato”. Lo stesso mercato dal quale Giuseppe Conte sta cercando di estrarre i responsabili per continuare a governare spalleggiato da Pd e M5s: “In Italia se ne fregano – sosteneva Di Maio – una volta che sono in Parlamento gli elettori non contano più nulla, conta la poltrona, il mega stipendio, il desiderio di potere. Molti governi si sono tenuti in piedi proprio grazie ai voltagabbana, facendo approvare le peggiori porcate”. Il prossimo governo salvato dai responsabili sarà proprio il suo, pensa un po’… liberoquotidiano.it

Condividi