Difende ragazza aggredita in strada, avvocato picchiato da un afghano

Lecce – Avvocato difende una ragazza per strada e viene picchiato: “Non sono io la vera vittima”. Un uomo stava spintonando una ragazza per strada e lui non ci ha pensato due volte a difenderla, invitandolo con le buone maniere a smetterla. Ma quell’invito ha avuto una risposta che non si è limitata alle minacce verbali ed è finita in uno scontro fisico.
E’ questa la disavventura vissuta ieri pomeriggio, intorno alle 15, in piazza Verdi, nel centro di Lecce, dall’avvocato Vincenzo Caprioli, di 51 anni, già segretario e tesoriere presso il Consiglio dell’Ordine degli avvocati di Lecce (nella foto): è stato scaraventato a terra, preso per il collo e poi a calci.

Per fortuna, l’aggressione non ha avuto conseguenze gravi: il legale ha riportato delle escoriazioni in diverse parti del corpo (in particolare ai ginocchi e ai gomiti) medicate dai sanitari del 118 e ritenute guaribili in cinque giorni.

Immediato l’intervento degli agenti delle volanti che hanno rintracciato il responsabile mentre si allontanava sbraitando in una via vicina. Si tratta di N.C., un 28enne afghano, con diversi precedenti, che è stato denunciato per i reati di lesioni e minacce, e nei riguardi del quale (già gravato da avviso orale del questore) è stata disposta la revoca del permesso di soggiorno.

Resta sconosciuta, invece, l’identità della ragazza che si è allontanata poco prima dell’arrivo dei poliziotti.

Leggi l’ntervista all’avvocato Caprioli su www.lecceprima.it

Condividi

 

Secured By miniOrange