Bellanova: “Conte scenda dal piedistallo”

“Se Conte sfida dicendo che va in Parlamento e ha i voti per governare, auguri e buon lavoro. Mi troverà in Parlamento a fare la senatrice di opposizione e a dare il mio contributo per il paese. Ma se così non è, Conte scendesse dal piedistallo e cominciasse a tessere una tela che risponde ai problemi dei cittadini e delle cittadine di questo paese”. Teresa Bellanova, esponente di Italia Viva e ministro delle Politiche agricole, si esprime così a Mattino 5.

Il presidente del Consiglio “dovrebbe provare a costruire un’intesa nella sua coalizione e cercando di capire che il problema non si risolve raccattando qualche voto di qua e di là o chiamando deputati e senatori di Italia Viva per cercare di creare tensione”.

“Il problema che abbiamo posto non è avere più spazio nel governo e più incarichi, il problema è la qualità dell’azione di governo e la qualità della proposta con cui si pensa di andare avanti. Sono mesi che abbiamo richiamato l’attenzione del presidente del Consiglio e dei partiti di maggioranza”, prosegue. “Siamo a questo punto e ancora non si riesce ad avere un momento di confronto vero nel merito. Le nostre dimissioni? Sono lì, ma il punto è se questa maggioranza pensa di lavorare seriamente per individuare le criticità e le risposte”, dice rispondendo ad una domanda sul passo indietro di Italia Viva.

Conte deve dire, con tutta la maggioranza, come intende utilizzare le risorse che arrivano dall’Europa. Sono 209 miliardi, si pensa di andare avanti con la logica dei bonus e di assistenzialismo o, come noi diciamo, si pensa di intervenire sui nodi che possono far ripartire l’Italia? Qual è l’idea di Paese? Su questa si costruisce un impianto programmatico”, afferma ancora. ADNKRONOS

Condividi