EURO e MES: storia di un tradimento a 5 stelle

di Byoblu – “Pubblichiamo qui una breve, parziale selezione degli interventi che testimoniano l’intransigenza con cui il Movimento si è sempre presentato ai cittadini e alle altre forze politiche in merito al MES, all’Euro e, in generale, ai temi di politica economica legati all’Unione Europea.

Crediamo sia doveroso farlo perché se, come profetizzato da Grillo, il M5S sarà costretto a decomporsi nei prossimi anni, il valore della coerenza andrà più cha mai coltivato e salvaguardato da parte delle forze politiche che si sostituiranno ad esso e, con tutta probabilità, gli elettori italiani saranno ben attenti a non farsi ingannare una seconda volta.

Non basta dire che il M5S aveva tra i punti del proprio programma lo “smantellamento del MES” e che ieri ha concesso il via libera al Presidente del Consiglio per votarne la riforma in sede di Consiglio Europeo, non si tratta solo di questo. Il M5S si era presentato alle urne con un programma organicamente fedele ai principi costituzionali e che lo impegnava a fare tutto il possibile per riportare l’Italia sul binario della propria sovranità economica e monetaria. Il voto di ieri, dunque, non rappresenta semplicemente il tradimento.”

Condividi