Pescatori sequestrati in Libia, Di Maio: “erano in acque sconsigliate”

Pescatori italiani rapiti in Libia? Per coprire la sua incapacità di riportarli a casa, Di Maio dice che è colpa loro! “Non dovevano stare in quelle acque. Lo ricordo, sono entrati in delle acque che noi sconsigliamo da sempre”. LE STESSE acque in cui ogni giorno diverse ONG caricano centinaia di migranti? Il video è stato pubblicato su Twitter da Angelo Ciocca (Lega)

Condividi