Vienna, killer condannato per appartenenza a organizzazione terroristica nel 2019: era libero

Aveva 20 anni, era originario della Macedonia del nord e aveva precedenti penali per associazione di stampo terroristico l’attentatore ucciso dalla polizia austriaca nell’attacco di terroristico di questa notte a Vienna. A renderlo noto è l’Apa, l’agenzia di stampa austriaca, che cita il ministro dell’Interno Karl Nehammer. Oltre alla cittadinanza austriaca aveva anche quella della Macedonia del nord, ha aggiunto.

Era armato con una cintura esplosiva e un’arma automatica, una pistola e un machete per “questo vile attacco contro cittadini innocenti”, ha detto il ministro dell’interno. La cintura esplosiva che indossava è invece risultata falsa. Nel 2019 era stato condannato a 22 mesi di carcere perché aveva tentato di partire per la Siria e di unirsi all’Isis. Lo rendono noto i media austriaci.  (Adnkronos)

Condividi