Usa: femministe in piazza contro nomina di una cattolica alla Corte Suprema


foto archivio

WASHINGTON, 18 OTT – Cortei in tutta America per la Women’s March, la marcia delle donne. Da New York a Washington, da Los Angeles a San Francisco, decine di migliaia di persone hanno manifestato per chiedere agli americani di votare contro il presidente Donald Trump e per protestare contro la nomina della cattolica conservatrice Amy Barrett alla Corte Suprema. “La presidenza Trump e’ iniziata con una marcia delle donne e ora e’ destinata a finire con il voto delle donne”, ha affermato durante la manifestazione nella capitale una delle organizzatrici della Women’s March. (ANSA).

Amy Coney Barrett, giudice della corte d’appello di Chicago ed ex assistente del defunto giudice conservatore della Corte Suprema Antonin Scalia, nota per le sue posizioni anti abortiste. Cattolica con sette figli (fra cui due bambini neri adottati da Haiti), Coney Barrett ha 48 anni ed è una conservatrice vera.

Contraria all’aborto, nel 2013 ammise comunque come era “molto improbabile” che la Corte Suprema potesse capovolgere la Roe vs Wade, la storica sentenza del 1973 che legalizzò le interruzioni di gravidanza negli Stati Uniti. “L’elemento fondamentale del diritto della donna a scegliere probabilmente resterà. La controversia è sui finanziamenti, ovvero se gli aborti devono essere finanziati dal pubblico o dal privato”, spiegò allora.

Condividi

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *