Mimmo Lucano: Sgarbi mi vuole ma la visione politica ci divide

foto ANSA

“Potrei anche prendere in considerazione l’inivito di Vittorio Sgarbi, ma la visione politica ci divide. Se si propone come candidato a sindaco di Roma per il centrodestra, questo è incompatibile con le mie idee”. Così l’ex sindaco di Riace Mimmo Lucano commenta all’Adnkronos le parole di Vittorio Sgarbi, che, nel corso della presentazione del programma elettorale sulla sua discesa in campo per la Capitale (con la lista ‘Rinascimento’), ha detto che sui migranti bisognerebbe seguire il modello di Riace e che sarebbe “contento di avere in squadra a Roma Mimmo Lucano”.

“Anche all’indomani del mio arresto, Sgarbi è stata una voce libera, si è schierato apertamente dalla mia parte. Non lo dimentico – dice Lucano – E’ un intellettuale ribelle, sensibile alla questione migranti ma il discorso è molto più complesso: dovrebbe domandarsi quali sono le ragioni che determinano il fenomeno. Una evidente ingiustizia, provocata dal sistema del capitalismo mondiale che obbliga interi popoli a non avere pace. Il modello Riace nasce e abbraccia una politica che affonda le proprie radici in una visione di sinistra utopica, i cui valori sono assimilabili a quelli evangelici. Sgarbi dovrebbe saperlo, tenerne conto”.  ADNKRONOS

I VALORI EVANGELICI

Riace, procuratore di Locri: spariti 2 milioni, il sindaco li avrebbe usati per fini personali

Riace, prefetto Morcone (Pd): “Avvertii Lucano di stare attento, ma era in una specie di delirio”

Modello Riace, “veniva fatta la cresta perfino sulle spese di carburante”

Il modello Riace: fatture false, costi gonfiati, gestione opaca, finti matrimoni e gravi irregolarità

Riace, scandalo senza fine: magistrato avvertiva Lucano “non parlare al telefono”

Mimmo Lucano ha avuto molti amici al suo fianco, da quando è stato investito dall’indagine che l’ha portato prima agli arresti domiciliari e poi al divieto di risedere a Riace, nel Comune che ha trasformato in un simbolo planetario dell’accoglienza. Ma uno di questi amici è stato più amico di altri, fornendogli sottobanco preziosi consigli…

Migranti, Riace: a Lucano nuovo avviso di garanzia per truffa

Nuovo avviso di garanzia della Procura di Locri per Mimmo Lucano, il sindaco sospeso di Riace, a cui i pm ora contestano anche alcuni capi di imputazione per truffa, nell’ambito del secondo filone dell’inchiesta “Xenia”. Oltre a Lucano sono finite nel registro degli indagati altre 9 persone, accusate di truffa per il conseguimento di erogazioni…

Il sistema Riace: voti, matrimoni falsi, migranti trattati come numeri, 2 milioni di euro spariti

di Claudio Cordova, giornalista d’inchiesta – – TISCALI Voti, denaro, calcoli elettorali. Il Tribunale del Riesame di Reggio Calabria consegna un quadro devastante del “Modello Riace” e del suo ideatore e promotore, quel Mimmo Lucano, attualmente sospeso dalla carica di sindaco dopo essere stato coinvolto nell’inchiesta “Xenia”. Alcune settimane fa, il giudici reggini hanno attenuato…

Riace, procuratore di Locri: spariti 2 milioni, il sindaco li avrebbe usati per fini personali

Mimmo Lucano? “‘Le roi c’est moi’. Ha operato non come sindaco, rappresentando i cittadini nel rispetto delle regole, ma come un monarca, ammettendo di fregarsene di quelle regole che sono una garanzia per tutti. Sarà pure un illuminato, ma non può passare. L’unico Stato nello Stato che c’è in Italia, oltre al Vaticano, è San…

Condividi