Covid, Lamorgese: ‘ho visto nei bar all’aperto tavolini molto ravvicinati’

“Adesso è il momento della responsabilità da parte di tutti, perché non può esserci un appartenente alle forze di polizia dietro ognuno di noi, siamo noi che dobbiamo essere responsabili. Quando parliamo degli esercenti, dei commercianti e dei gestori dei bar, anche da parte loro ci vuole senso di responsabilità. Io penso anche al distanziamento tra tavolini, per esempio ieri ho visto nei bar all’aperto tavolini molto ravvicinati, anche questo sarà oggetto non solo dei controlli delle forze di polizia ma anche di attenzione da parte dei titolari degli esercizi pubblici. Questa è una battaglia che dobbiamo vincere tutti insieme”.

Lo ha detto la ministra dell’Interno Luciana Lamorgese, ospite di Maria Latella a ‘Il Caffè della domenica’, rispondendo a una domanda sui controlli all’esterno dei locali.

“Il momento è difficile, le forze di polizia hanno dimostrato nei mesi trascorsi una grande capacità di controllo e grande umanità – ha aggiunto – Da marzo fino a giugno abbiamo fatto 24 milioni di controlli sulle persone e 470mila sanzioni”.

Lamorgese ha poi spiegato che “la criminalità organizzata si muove con grande rapidità dando il sostegno, parliamo di welfare di prossimità, a chi è in difficoltà, erogando immediatamente risorse” e su questo ”l’attenzione è massima”.

“Anche per quanto riguarda l’usura l’attività del ministero dell’Interno è importante: negli ultimi tempi abbiamo erogato 15 milioni di euro a fronte di domande pervenute”, ha aggiunto. adnkronos

Condividi