Usa: violentata in casa dal padre, muore bimba di 10 mesi

La bimba di 10 mesi morta dopo essere stata violentata in casa: arrestato il padre. Una bambina di 10 mesi, Zara Scruggs, è morta a Lower Providence Township, comune della Contea di Montgomery, in Pennsylvania, dopo essere stata abusata sessualmente mentre si trovava in casa con il padre. Austin Stevens, 29 anni, allenatore di una squadra di calcio giovanile, è finito in manette con l’accusa di violenza sessuale su minore, aggressione aggravata e altre ipotesi di reato correlate alla morte della figlia.

Kevin Steele, procuratore distrettuale della contea di Montgomery, ha dichiarato che Zara è stata trovata esanime a casa del padre dopo una chiamata al 911 arrivata intorno alle 22.40. La bimba è stata trasportata in ospedale e dichiarata morta intorno a mezzanotte. L’autopsia sul corpo ha confermato la violenza sessuale. Non solo: la piccola presentava anche un trauma alla testa.

Il pannolino sporco di sangue e le ricerche su Google – Gli investigatori stanno aspettando il responso di ulteriori esami per determinare le cause esatte della morte: la posizione di Stevens potrebbe aggravarsi. Ma gli indizi contro il 29enne sembrano comunque schiaccianti: i paramedici – lo riferisce ancora il Procuratore distrettuale – hanno consegnato alle autorità un pannolino sporco di sangue che la bambina indossava quando è stata trovata in fin di vita in casa.

E c’è di più: secondo gli investigatori, quella sera Stevens avrebbe fatto svariate ricerche su Google dal suo cellulare. Ricerche di questo tenore: “Come fai a sapere se un bambino è morto”, “cosa succede se non senti il ​​cuore o il battito del bambino” e ancora: “Il mio bambino non respira”.

“È difficile immaginare una morte più traumatica per una bambina” ha detto il procuratore in conferenza stampa. “La violenza sessuale, seguita dall’inazione del padre per salvarle la vita, l’ha portata alla morte”.

Il 29enne si trova ora denuuto nel carcere della contea di Montgomery in attesa del processo. Stevens aveva un accordo di custodia congiunta con la madre di Zara, Erica Scruggs. Laconico il commento postato dalla donna su facebook: “Sono distrutta, non ho davvrero parole… la pagherà”.“

www.today.it

Condividi