Mannaia del Fisco: in arrivo milioni di cartelle esattoriali

Armando Siri: “Dal 15 ottobre 130 milioni di cartelle esattoriali busseranno alla porta di 18 milioni di italiani.
Il Governo proroga lo stato di emergenza, ma fa comunque scivolare la mannaia del Fisco sulla popolazione.
A rischio centinaia di migliaia di posti di LAVORO, decine di piccole attività sono sull’orlo del fallimento. Eppure è come se nulla fosse.

Non fanno altro che annunciare la riduzione delle imposte, ma il Ministro Gualtieri mette le mani avanti dicendo che non se ne parlerà prima del 2022.
Siamo alle solite. Approccio sbagliato su tutti i fronti: su quello sanitario, su quello economico e su quello strategico.
Mentre si riempiono la bocca di slogan, nella realtà il Paese che produce va a rotoli.

Il Ricovery Fund è lontano, per ora solo un proposito sulla carta e comunque si tratta di un debito che, hanno già annunciato, servirà per finanziare i soliti bonus a pioggia. Con quei soldi vietato abbassare le tasse, dice l’Europa.
Se arriveranno, quei soldi si perderanno in mille rivoli, perché manca il coraggio di fare l’unica, vera, efficace riforma economica capace di far ripartire il Paese: la FLAT TAX. Solo una poderosa riforma del sistema fiscale con aliquota al 15% per tutti può dare un’efficace spinta ai consumi, alla produzione e al lavoro.

Invece si continua a navigare a vista con il solito modello: espiazione, paura, punizione, povertà e sussidi.
Altri miliardi spesi in “aspirine”, senza che si curi definitivamente la malattia della stagnazione che ci attanaglia da più di 10 anni.
FlatTax e PaceFiscale, così gli italiani ripartono davvero!”

Lo scrive Armando Siri su Facebook.

Condividi