Migranti, la speronatrice di finanzieri: blocco chi mi insulta

“A volte mi chiedo quale sia lo scopo delle persone di insultarmi su Twitter in una lingua che io non conosco. Aiuta in qualche modo a risolvere i problemi che pensano di avere? Li fa sentire meglio sfogare la loro rabbia? Intanto per questi casi esiste la funzione ‘blocca’”. Lo scrive su Twitter Carola Rackete, la comandante della nave Sea watch che un anno fa venne arrestata a Lampedusa per avere raggiunto il porto nonostante il divieto delle forze dell’ordine.  adnkronos

Migranti, i tre torturatori condannati a 20 anni portati in Italia da Carola

Condividi

 

Seguici sul Canale Telegram https://t.me/imolaoggi
Seguici sul Social VK https://vk.com/imolaoggi