Migranti: Tunisia sventa 17 partenze in un giorno

TUNISI, 19 GIU – La Guardia costiera tunisina ha sventato il 17 giugno scorso 17 partenze illegali verso le coste italiane, fermando in tutto 185 persone, in gran parte tunisini, ma anche di vari paesi subsahariani. Lo ha reso noto il ministero dell’Interno di Tunisi in un comunicato precisando che 71 connazionali sono stati arrestati in diverse operazioni di contrasto all’emigrazione illegale ad Al-Hawaria, Al-Baghdadi, Kelibia, Wadi Hamdoun, Qorba e Tamim.

Nella regione settentrionale del Paese sono state fermate altre 13 persone, nella regione centrale 31 tunisini, a Monastir 42 tunisini sulle coste di Balkalta. A Sfax 15 tunisini e 8 con nazionalità di diversi paesi africani. A Susa altri 4 tunisini. Sequestrate durante le operazioni diverse imbarcazioni artigianali.(ANSAmed). (ANSA).

Tunisia: non si trovano braccianti per la raccolta delle olive

Un agricoltore con diversi ettari di oliveti ha lanciato questo giovedì, attraverso la stampa, un grido di angoscia, assicurando che si aspetta un raccolto record quest’anno, ma dispera di trovare lavoratori per la raccolta delle olive, mentre offre loro 40 DT al giorno, oltre ai pasti. Dopo aver colorato i marciapiedi delle strade, i giovani…

I clandestini che partono dalla Tunisia lasciano il lavoro fisso e sono benestanti

Interessante reportage del sito tunisino Nawaat dalla città di Zarzis, “capitale” dei barchini clandestini verso l’Italia. Viene intervistato il presidente di una associazione sportiva giovanile del posto, disperato perché dei 30 suoi giocatori, 10 se ne sono andati in Europa: non partono perché “fuggono dalla fame o dalla povertà”, molti hanno un lavoro fisso e…

Condividi