Conte: governo solido, maggioranza coesa

“C’è un costante chiacchiericcio, sullo sfondo che fa parte del gioco politico italiano. Non mi distrae. L’unica cosa che mi preoccupa è riuscire a dare risposte a chi è stato colpito da questa crisi. Certamente, in un momento di emergenzae di difficoltà economica l’instabilità sarebbe un danno serio per il Paese e non possiamo affatto per mettercela Danneggerebbe anche la reputazione dell’Italia nel mondo, che è lievitata anche per il modo dignitoso e coraggioso con cui l’intera comunità nazionale ha reagito alla pandemia. Ora dobbiamo programmare il nostro rilancio e remare tutti nella medesima direzione. Io ce la metterò tutta”.

Il premier Giuseppe Conte nega che la tenuta del suo Governo sia attraversata da forte turbolenza all’inizio della fase due di lockdown.”Posso dire – afferma sullo stato di salute della sua maggioranza in una intervista a la Stampa – che sento questo esecutivo nmolto consono alla mia visione riformatrice del Paese. Il fatto che ci sia apprezzamento da parte del M5S, del Pd e delle altre forze politiche per l’impegno che sto profondendo mi fa piacere e mi dà forza per affrontare con ancora più determinazione le difficoltà della ricostruzione”.

Poco più che un dettaglio, dunque, sembra essere per Conte l’ultimatum ricevuto in Parlamento da Matteo Renzi. “Con Italia Viva – afferma- stiamo lavorando bene. La maggioranza è solida. Io ho sempre dato priorità alla forza e alla ragionevolezza delle proposte, al di là di chi le sostiene, al di là se è rappresentativo del 2 o del 25 per cento del Paese. Quando ci confrontiamo coi capidelegazione dei vari partiti ognuno ha lo stesso peso. Ci vuole consapevolezza che non si governa da soli, ma in coalizione. Ad oggi ogni forza politica ha dato il proprio prezioso contributo e il risultato finale lo considero molto buono. Ora ci aspettano mesi difficili: la stabilità e la coesione del governo sono valori che rafforzano l’immagine del Paese anche nei negoziati con l’Ue”. ASKANEWS

Condividi