Verona: pompieri aggrediti con bottiglie e sacchi di immondizie nel centro di accoglienza

Una squadra dei vigili del fuoco del comando di Verona è stata vittima di ingiurie, insulti e lancio di oggetti da parte di alcuni facinorosi tra i richiedenti asilo, che sono ospitati all’hotel Monaco, in via Torricelli. Lo stesso albergo, diventato un centro di accoglienza richiedenti protezione internazionale e minori, che nei giorni scorsi si è rivelato essere un focolaio di contagio, dopo la scoperta della presenza di oltre 100 migranti risultati positivi al Covid-19», spiega Enrico Bettini, segretario regionale del Conapo.

«Siamo intervenuti verso le 22.30, su disposizione della prefettura, per effettuare le operazioni di igienizzazione degli spazi comuni della struttura alberghiera, intervento che rientra fra le nuove mansioni affidate al Corpo nazionale dal 20 marzo 2020 nel contesto degli interventi di supporto alla popolazione nell’ambito del sistema di protezione civile in questa situazione emergenziale. L’orario è stato scelto proprio per dare meno disturbo agli ospiti che a quell’ora sono in stanza», aggiunge Bettini. «È questa la procedura, facciamo così anche nelle case di riposo».

I vigili del fuoco stavano facendo la seconda parte, quella della svestizione che è molto importante perchè è quella di contenimento del virus. «I miei colleghi si sono visti piovere addosso bottiglie e sacchi di immondizie. Al di là del rischio di essere colpiti, come i nostri automezzi, quei gesti hanno reso pericolose e difficili le fasi finali delle operazioni e messo a rischio l’incolumità del nostro personale, che fortunatamente non ha riportato conseguenze».

https://www.larena.it

Condividi

 

Seguici sul Canale Telegram https://t.me/imolaoggi
Seguici sul Social VK https://vk.com/imolaoggi