Coronavirus, appello di una figlia: “C’è davvero mia madre in quella bara?”

Non bastavano i dubbi che stamane 7colli ha manifestato sul rischio chiusura del Sant’Andrea, il gioiello della sanità laziale progressivamente in via di smantellamento. Abbiamo appreso di una interrogazione del capogruppo di Fdi alla Camera Francesco Lollobrigida contro la chiusura della BranSuite per i tumori cerebrali. Ma c’è di più, e lo ha raccontato la trasmissione Chi l’ha visto di RaiTre, che ha diffuso in proposito un video tweet.

Quella bara al Sant’Andrea – Eccolo: #coronavirus: “C’è davvero mia madre in quella bara?”: Appello della figlia di una donna deceduta all’ospedale Sant’Andrea di Roma. “Mi hanno detto che ha avuto un arresto cardiaco, non ho potuto vederla”.

Fakenews anche in questo caso presidente Zingaretti? Considera normale tutto questo l’assessore suscettibile alla sanità Alessio D’Amato? Ma dov’è il confine dell’umanità, dove lo avete spostato in questa regione?

Si chiede soltanto rispetto per i malati, per i loro familiari, e per chi perde i propri cari in ospedale. Invece avete fatto tutto nel segno della più grande confusione e c’è popolo che versa lacrime amare anche nel momento più triste, quello del congedo, senza neppure riuscire a capire che cosa stia succedendo.

Riflettete, signori della regione, sulle parole che ascoltate, e abbiate il coraggio, il decoro, l’umiltà di scusarvi per il dolore che aggiungere al dolore. Non se ne può più della vostra insensibilità. Volete avere sempre ragione, ma ci sono casi di intollerabile torto di fronte al quale dovreste solo inchinarvi.

Ma la presunzione e l’amore sfrenato per il potere non vi consente ammissioni di errore, voi siete quelli che non sbagliano mai. Avete paura che vi possa costare la poltrona e magari anche qualcosa di più. Ma è un’eventualità scongiurata: su di voi nessuno si metterà a chiedere il conto nei luoghi più adatti a pronunciare giudizi. Neanche se c’è il dubbio su una bara al Sant’Andrea…  www.7colli.it

Condividi