Coronavirus, “c’è una saturazione di pazienti enorme”

“Bene vedere cosa succede a Lodi e a Bergamo, lo dico a chi coordina da una poltrona a Roma. C’è una saturazione di pazienti grave, enorme, per cui quello che dobbiamo fare è cercare di contenere i focolai” Roberto Zangrillo, direttore della terapia intensiva cardiovascolare e generale al San Raffaele.

Condividi