Crisi di nervi, la ‘democratica’ Pelosi strappa discorso di Trump

Nancy Pelosi

“Il grande ritorno dell’America” con la volata di Wall Street, la disoccupazione ai minimi storici, gli accordi commerciali, la sicurezza alla frontiera, la lotta ai terroristi, la difesa dall’Iran e la prospettiva di un futuro ancora migliore. Così il presidente Donald Trump, nel suo terzo discorso sullo Stato dell’Unione, ha reclamato la rielezione, galvanizzando i repubblicani che hanno applaudito ad ogni passaggio intonando altri “altri 4 anni” ed indignando i democratici, alla vigilia della sua scontata assoluzione dall’impeachment che pure non ha mai menzionato.

Come scrive affaritalini.it, il discorso, durato 90 minuti, si è chiuso con il gesto senza precedenti della Speaker Nancy Pelosi che ha strappato la copia dell’intervento.

Al suo arrivo Trump si era rifiutato di stringerle la mano. Sembra che i due non si parlino da 4 mesi. “E’ la cosa più cortese che potessi fare considerando le alternative”, ha spiegato Pelosi, indicando di aver cercato “almeno una pagina di verità ma senza trovarla”. Ha poi postato la foto dello sgarbo con il presidente che le nega la mano.

::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::

La reazione nevrotica di una democratica USA subito dopo l’elezione di Trump, nel 2017.

Condividi