Costi elevati, 17 milioni di italiani non vanno dal dentista

Condividi

 

Sono oltre 17 milioni gli italiani che non fanno controlli annuali dal dentista, secondo una recente ricerca del Censis. Un dato che descrive il rapporto complicato degli abitanti dello Stivale con l’odontoiatra che i cittadini temono soprattutto per il costo, immaginato come troppo elevato (90%); il dolore (88%); il timore che il medico sbagli l’intervento e che si debba convivere con danni permanenti visibili (76%), come indica un’indagine del Centro medico privato Spallanzani di Reggio Emilia, realizzato in occasione del mese della prevenzione dentale, che si celebra ogni anno a ottobre.

Il trend generale, infatti, sembra essere quello di rimandare l’appuntamento con il dentista, fino a quando il dolore non diventa insopportabile o fino a quando il problema non inizia ad avere ripercussioni sulla vita quotidiana del paziente. Circa l’80% dei nostri connazionali, infatti, dichiara di avere paura del dentista, il 20% di costoro ne sono addirittura terrorizzati, al punto da arrivare ad attacchi di panico e ansia.



“La paura del dentista è un fenomeno molto diffuso in Italia, che, purtroppo, provoca conseguenze per la salute del paziente, che potrebbero essere evitate con facilità se prese in tempo. Un semplice disturbo non diagnosticato e non curato può degenerare, diventando qualcosa di più serio”, commentato Giuseppe Cicero, parodontologo, che oggi lavora tra l’Italia e gli Stati Uniti. (AdnKronos Salute)

 



   

 

 



Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2019 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -