Zanda (Pd) contro Di Maio: “un poltronista”

Il tesoriere dem Luigi Zanda lo definisce stamani “un poltronista” la cui posizione rende “proibitivo” lo sforzo di Conte di far nascere il nuovo Governo. Mentre ieri sera alla festa nazionale dell’Unità la vicesegretaria dem Paola De Micheli ha definito “scalabile” il vertice M5s.

L’irritazione di ieri del Pd contro il capo politico M5s che ha reso necessario l’intervento di ricucitura di Conte, secondo un retroscena raccontato oggi sul quotidiano la Stampa, avrebbe portato ieri Nicola Zingaretti a fermare l’auto che lo stava portando a un faccia a faccia con Di Maio e farlo saltare.Lo stato maggiore del Pd da quel momento ha alzato ulteriormente il tiro sul capo politico pentastellato. askanews

Condividi