Follia a Firenze, non può entrare in casa a causa dei tossicodipendenti

Condividi

 

Firenze – Via Palazzuolo: non può entrare in casa a causa dei tossicodipendenti. Nel weekend li ha trovati a bucarsi sulla porta di casa e l’avrebbero perfino costretta a non rientrare perché in quel momento c’erano loro a farsi una dose. Esperienza incivile subìta da una residente di una contradina di Via Palazzuolo che spiega come questa zona ormai sia sia trasformata in un chiassoso girone infernale con un prato di bottiglie di vetro in strada a cui si aggiungono urina, e talvolta anche di più, ai piedi della chiesa di San Paolino. Un angolo di centro storico che sta inoltre soffrendo anche per il problema della tossicodipendenza a cielo aperto, sarebbero infatti tante le siringhe trovate dai residenti.

Problematica complessa che può comportare anche delle situazioni al limite. Come quella di sabato pomeriggio vissuta dalla nostra lettrice – scrive www.firenzetoday.it   che stava rincasando e si è trovata due soggetti, volti noti in zona, che si stavano iniettando una “spada” seduti sull’uscio di casa della donna. “Ormai non si vive più. L’altro pomeriggio – racconta – hanno lasciato tracce di sangue a terra”.



Il fatto sconcertante è che la donna è persino stata “esiliata” dalla sua stessa casa. “Vedendomi con le chiavi in mano, mi hanno spiegato che non potevo entrare in casa perché c’erano loro sui gradini”. “E così io sono stata costretta, dopo una mattinata di lavoro, a vagare fra i negozi del centro, ingannando il tempo, mentre gente si buca sui gradini di casa mia, in pieno centro e di giorno…” L’area da tempo presenta problematiche di degrado, anche se non sono mancati gli interventi delle forze dell’ordine, ma non si è arrivati ancora a trovare il bandolo della matassa.

www.firenzetoday.it



   

 

 



Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2019 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -