Tajani contro Salvini: “strumentalizzare la fede è appropriazione indebita”

ROMA, 23 MAG – “Sono cattolico praticante, ho la stessa moglie da 30 anni, non sono un santo, ma il crocifisso l’ho a casa e lo venero in chiesa. Non abbiamo mai usato il crocifisso o il Vangelo per vincere le elezioni, non è uno strumento per prendere voti. Il Vangelo bisogna anche leggerlo e viverlo. Non si strumentalizza la fede, è una sorta di appropriazione indebita”.

Lo ha detto il presidente del Parlamento europeo e vicepresidente di Forza Italia Antonio Tajani al Forum ANSA, parlando del comizio di Matteo Salvini a Milano.

 

 

 

Condividi