Il mistero s’infittisce. Pm: “Nessuno deve vedere il cadavere di Imane Fadile”

Il pubblico ministero ha ordinato all’obitorio milanese che lo ha in custodia di non mostrare neppure a parenti e amici il corpo di Imane Fadil, la 34enne modella di origine marocchina e teste chiave nel processo Ruby morta il primo marzo per un possibile avvelenamento.

“Non farla vedere a nessuno”, e’ la scritta che si legge sul fascicolo dell’obitorio, apposta da un funzionario del Comune. La disposizione dell’autorita’ giudiziaria e’ stata confermata da un addetto della struttura.

Condividi