Per la Sea Watch Catania non è un porto sicuro, “ci aspettiamo il peggio”

“Ora dobbiamo andare a Catania. Ciò significa che ci stiamo allontanando da un porto di sicurezza, verso un porto dove c’è un procuratore, noto per la sua agenda per le ONG di soccorso marittimo. Se questa non è una mossa politica, non sappiamo cosa sia. Speriamo per il meglio e ci aspettiamo il peggio.”

Lo scrive la Sea Watch su twitter. (A Catania c’è la Direzione antimafia, competente ad indagare su eventuale favoreggiamento dell’immigrazione clandestina.)

Invece recuperare clandestini in mare, per mestiere, e ricattare un’intera nazione non è una mossa politica? Rifiutare di sbarcare in Tunisia per portare i migranti in Italia non è una mossa politica?

“Nell’ultimo anno Sea Watch ha incassato 1,8 milioni di euro”

Condividi