Cooperative aumentate del 16,4% negli anni della crisi

ROMA, 25 GEN – Negli anni della crisi, le cooperative hanno avuto una “crescita anticiclica” e sono aumentate del 16,4% tra il 2007 e il 2015 fino a quota 59.027 (escluso il settore primario, il no profit e le pubbliche amministrazioni). Ancora maggiore è stata la crescita dei dipendenti, che è stata del 17,7% contro un calo del 6,3% nelle altre imprese, secondo il rapporto Istat ‘Struttura e performance delle cooperative italiane. Anno 2015’.

Gli addetti delle coop sono un milione e 150 mila, i lavoratori esterni 33 mila e quelli in somministrazione 10 mila, pari al 7,1% dell’occupazione totale delle imprese. Le donne sono la maggioranza (il 52,2%) così come i contratti stabili (quasi l’84%). È diffuso il part time (44,8%).

La crescita delle coop, tra il 2007 e il 2015, si concentra nei settori alloggio e ristorazione (+51,6%), istruzione (+51,3%), santità-assistenza sociale (+40,9%) e attività finanziarie e assicurative (+39%). In questi settori la crescita dei dipendenti dal 2007 è pari o superiore al 25%. – ISTAT ANSA

Ecco perché Soros investe in Italia con le «cooperative rosse»

Che ci fa il miliardario Soros a braccetto con le Coop rosse?

Condividi